IL CORTEGGIO 

Il Palio è preceduto da un Corteggio (oltre 500 sfilanti),  il quale con le sue Comparse ne forma la parte principale: I Tamburini - le Chiarine - gli Sbandieratori - il Priore delle Contrade - il Vicario Generale - il Console Generale - i Maestri d’Armi - il Vessillifero (porta Palio) - gli armigeri - l' Araldo (banditore) e per ogni Contrada: il Vessillifero (porta gonfalone), il Capitano di Contrada, il Vicario di Contrada, gli Arcuari, il Valletto (aiutante di Contrada) ed i contradaioli.

 

Ogni Contrada è rappresentata da tre arcieri titolari (più una riserva). Quest’ultimi debbono essere iscritti alla Contrada o all' Antico Borgo per la quale intendono difendere i colori. Ogni Contrada ha un Capo Arcieri che coordina l’attività arcieristica del gruppo. La sovrintendenza, l’organizzazione e la Direzione del Palio spettano esclusivamente (vedi statuto) all’Associazione culturale Amici della Città di Trento. Il giudizio inappellabile della vincita è dato da una Commissione composta dai due Maestri d’Armi  (Marco Uber e Boris Saracco) e dal Priore delle Contrade (Stefano Grassi). L'Araldo Mariano Detassis e Stefano Laudadio, esperti in manifestazioni arcieristiche medioevali, commenteranno attimo per attimo la disfida e le musiche, in sintonia con lo scenario, saranno prettamente medioevali.  

 L' araldo: Mariano Detassis

 

 

La 16.ma edizione del Palio delle Contrade Città di Trento in programma il 6/7/8 settembre 2019, a seguito della Comunicazione del Comune di Trento di un diniego contributivo (peraltro molto e molto esiguo negli anni precedenti), non si potrà effettuare dopo 15 anni di un importante impegno socio-culturale con la Città e per la Città. Siamo basiti ed increduli!!! Un grazie di cuore a tutti i volontari, ai Capitani di Contrada, agli arcieri, ai contradaioli ed ai preziosi sponsor.

Era Palio tra:
Get the Flash Player to see this rotator.
Powered By Joomla.it

Grazie per la vs. visita.

 23 visitatori online