IL CORTEGGIO 

Il Palio è preceduto da un Corteggio (oltre 500 sfilanti),  il quale con le sue Comparse ne forma la parte principale: I Tamburini - le Chiarine - gli Sbandieratori - il Priore delle Contrade - il Vicario Generale - il Console Generale - i Maestri d’Armi - il Vessillifero (porta Palio) - gli armigeri - l' Araldo (banditore) e per ogni Contrada: il Vessillifero (porta gonfalone), il Capitano di Contrada, il Vicario di Contrada, gli Arcuari, il Valletto (aiutante di Contrada) ed i contradaioli.

 

Ogni Contrada è rappresentata da tre arcieri titolari (più una riserva). Quest’ultimi debbono essere iscritti alla Contrada o all' Antico Borgo per la quale intendono difendere i colori. Ogni Contrada ha un Capo Arcieri che coordina l’attività arcieristica del gruppo. La sovrintendenza, l’organizzazione e la Direzione del Palio spettano esclusivamente (vedi statuto) all’Associazione culturale Amici della Città di Trento. Il giudizio inappellabile della vincita è dato da una Commissione composta dai due Maestri d’Armi  (Marco Uber e Boris Saracco) e dal Priore delle Contrade (Stefano Grassi). L'Araldo Mariano Detassis e Stefano Laudadio, esperti in manifestazioni arcieristiche medioevali, commenteranno attimo per attimo la disfida e le musiche, in sintonia con lo scenario, saranno prettamente medioevali.  

 L' araldo: Mariano Detassis

 

 

La 16.ma edizione del Palio delle Contrade Città di Trento in programma il 6/7/8 settembre 2019, a seguito della Comunicazione del Comune di Trento di un diniego contributivo (peraltro molto e molto esiguo negli anni precedenti), non si potrà effettuare dopo 15 anni di un importante impegno socio-culturale con la Città e per la Città. Siamo basiti ed increduli!!! Un grazie di cuore a tutti i volontari, ai Capitani di Contrada, agli arcieri, ai contradaioli ed ai preziosi sponsor.

Era Palio!
Get the Flash Player to see this rotator.
Powered By Joomla.it

Grazie per la vs. visita.

 12 visitatori online